All’inizio non ero sicuro su come trattare questo anime/manga, se parlare del manga nella apposita sezione o blaterare all’infinito dell’anime. Credo che il fumetto sia un lavoro disegnato decisamente bene e considerando che ha ottenuto la sua popolarità su un blog raggiungendo la strabiliante cifra di dieci milioni di utenti in pochissimi mesi forse avrei dovuto dedicarmi proprio al cartaceo ONE successivamente disegnato in collaborazione con il maestro  Yūsuke Murata e in seguito pubblicato su jump.

Tuttavia credo che il massimo assoluto di One Punch Man venga raggiunto proprio nell’anime. Da subito ci troviamo catapultati in una spettacolare Opening dove un brano in Power Metal dei Jam Project ci urla in faccia con estrema violenza che stiamo per assistere a qualche cosa  di forte impatto emotivo  evitare di gasarsi con una sigla del genere risulta impossibile fino al suo culmine.

Recensione Anime: One Punch Man
Recensione Anime: One Punch Man

Recensione Anime: One Punch Man

Comincia il primo episodio e subito ci troviamo catapultati in una delle numerose città dell’anime conosciute solo e unicamente tramite lettere dell’alfabeto che gli vengono attribuite sembrerebbe senza un motivo preciso. Qui incontriamo il primo dei nemici di questa storia una creatura nata dal volere della terra stessa, appare alle prime battute come una copia muscolosa del grande mago Piccolo di DBZ, nata per distruggere gli umani e riportare la natura al predominio sul mondo, sembra essere subito la fine per il genere umano dato che il mostro sembrerebbe fortissimo e in grado di cancellare interi quartieri con il solo gesto di una mano.

Proprio prima che la creatura uccida un bambino inerme perso tra le macerie compare il nostro eroe per hobby Saitama il One Punch Man, capirete subito il motivo che sta dietro al titolo dell’anime. Lo scontro è inevitabile la creatura ruggisce feroce mostrando le fauci e esprimendo tutta la sua determinazione a sterminare la razza umana, la tensione sale alle stelle e proprio al raggiungimento del suo culmine Saitama sferra un pugno, un solo ed unico pugno e neanche tanto veementemente, colpo con il quale mette fine all’esistenza del nemico spappolandolo come un pomodoro maturo…..

Tutto questo immenso potere a detta del nostro protagonista è scaturito da un intenso allenamento costituito da cento addominali cento flessioni cento piegamenti sulle gambe e dieci chilometri di corsa tutti i giorni per tre anni e scusate se è poco!!

La semplicità con cui l’eroe durante l’anime sconfiggerà le creature più assurde e potenti è disarmante esseri capaci di cancellare la vita da intere città anche solo tirando un calcio roba da fare invidia al colosso di Shingeki no Kyojin, di fatto nell’anime non avvertiremo mai la sensazione di pathos tipica di tutti gli shonen dove l’esito della battaglia può essere anche appeso ad un filo o stravolgere il nostro pensiero facendo momentaneamente perdere lo scontro all’eroe di turno, no nulla di tutto questo, Saitama è paragonabile ad un Dio e senza limiti apparenti.

La trama allora come evolve in un a storia dove il protagonista è praticamente immortale e ognipotente? Semplice la pigrizia e la monotonia della quotidiana semplicità nel risolvere i problemi planetari lo porterà a concentrarsi maggiormente su problematiche infime come raggiungere il supermercato per i saldi del sabato o cercare di essere ammirato come le altre star della lega degli eroi meno forti del One Punch Man, ma decisamente più famosi. Grazie a Genos il saiborg allievo di Saitama i due entreranno a far parte della lega dei super eroi rispettivamente Genos in classe S la massima e Saitama in classe C la minima, da li tutte le loro avventure ruoteranno in torno a creature sempre più potenti che causeranno sempre maggiore distruzione, così mentre le stelle della lega i classe S acquisiranno sempre più fama pur combattendo battaglie marginali Saitama resterà quasi sempre nell’ombra pur eliminando gli avversari più potenti finendo anche per essere ritenuto un imbroglione che sfrutta l’impegno degli altri per fare sue le vittorie facilmente senza combattere, appunto sconfiggendo tutti come fosse nulla con un solo pugno.1444140993-5d5855fb0b2062e3d72a188254b8a64a

Consigliato One Punch Man a tutti coloro che amano l’animazione no senze le battute semplici e come amo definirla io la comicità da sberle in faccia. Una buona animazione fluida e ben colorata rende il prodotto completamente godibile da ogni punto di vista

http://cippiandfriends.altervista.org/wp-content/uploads/2016/03/2-720x405.jpghttp://cippiandfriends.altervista.org/wp-content/uploads/2016/03/2-150x150.jpgCippi and FriendsAnimeAnime & MangaCippi & Friends,Genos,Jam Project,lega dei super eroi,one punch man,oppai,recensione anime,Recensione Anime: One Punch Man,saiborg,Saitama,serie animata nipponica,Vale Cora,Yūsuke MurataAll'inizio non ero sicuro su come trattare questo anime/manga, se parlare del manga nella apposita sezione o blaterare all'infinito dell'anime. Credo che il fumetto sia un lavoro disegnato decisamente bene e considerando che ha ottenuto la sua popolarità su un blog raggiungendo la strabiliante cifra di dieci milioni di...Due autori di fumetti e le loro passioni Nerd!

Comments

comments