The OA è una serie americana del 2016 creata da Brit Marling e Zal Batmanglij per Netflix.

La serie di stampo onirico narra le vicende di Prairie Johnson scomparsa da sette anni e ricomparsa misteriosamente dal nulla. Misterioso anche il fatto che la ragazza prima della sua ricomparsa risultasse essere ceca a seguito di un incidente capitatole da bambina. Prairie dice di essere nella versione italiana il PA in virtù di questo riunisce un gruppo di cinque sconosciuti in una casa in costruzione, narrando per giorni le vicende che precedono la sua scomparsa e la sua ricomparsa. Con i cinque nasce subito una forte empatia che sconvolge le loro vite portando a drastici cambiamenti.

Per molti abitanti del luogo un miracolo vivente, per altri la ragazza non è altro che una pazza pericolosa da evitare con ogni mezzo.

Serie TV: OA Netflix
Serie TV: OA Netflix

I racconti forti e coinvolgenti del PA ci catapultano in un continuo flashback delle sue memorie dove uno scienziato senza scrupoli la imprigiona insieme ad altri soggetti in una cella fatta solo di spessi vetri sottoponendoli ad esperimenti atti al verificare dell’esistenza di un qualche cosa dopo la morte. Tutti i soggetti dell’esperimento hanno solo una cosa in comune, essere morti e ritornati da quel luogo tanto ricercato.

Una avventura molto mentale e filosofica, un vedo non vedo della cinematografia da tv casalinga, sembra tutto e niente, comincia intrigante, poi rallenta e perde tono, cerca di risalire delle pareti fatte di specchi, ma cattura e scorre velocemente, otto puntate che sembrano si e no tre ore di pellicola.

Ci si interroga e si cerca di arrivare a delle conclusioni prima che la serie ce le dia, paradossalmente fino alla fine si capisce poco e tutto si riduce a semplici congetture, congetture che trovano adito o che vengono smentite fino al finale assurdo e sconvolgente che vale o vanifica tutto quello che abbiamo assistito fino ad ora.

Serie TV: OA Netflix
Serie TV: OA Netflix

Sostanzialmente a noi dei Cippi & Friends è piaciuto molto, sono state otto puntate intense girate con una regia piacevole, poche location e ripetute all’inverosimile, ma alla fine della fiera sembra funzionare. Il finale ci ha lasciato un attimo interdetti mentre le immagini sfumavano sul titolo di OA, ma sicuramente attendiamo con estremo interesse la seconda stagione promessa da Netflix.

Consigliato solo a chi ha pazienza di superare le prime tre quattro puntate, a chi ha una mente aperta e voglia di immaginare insieme ad altri durante lo scorrere della pellicola. sconsigliato a chi cerca humor azione intensa e misteri ben delineati, come detto in precedenza OA dice Tutto e Niente.

http://cippiandfriends.altervista.org/wp-content/uploads/2017/02/the_oa_tv_series-314275587-large-720x1032.jpghttp://cippiandfriends.altervista.org/wp-content/uploads/2017/02/the_oa_tv_series-314275587-large-150x150.jpgCippi and FriendsCippi & FriendsSerie TVStreaming, TV & CinemaFinale a sorpresa,giudizio serie tv,intentsa,interessante,Mistero,misticismo,Netflix,OA,PA,Prairie Johnson,ragazza cieca torna a vedere,rapimento,recensione,Serie TV: OA NetflixThe OA è una serie americana del 2016 creata da Brit Marling e Zal Batmanglij per Netflix. La serie di stampo onirico narra le vicende di Prairie Johnson scomparsa da sette anni e ricomparsa misteriosamente dal nulla. Misterioso anche il fatto che la ragazza prima della sua ricomparsa risultasse essere ceca a...Due autori di fumetti e le loro passioni Nerd!

Comments

comments